A 40 anni dalla Legge Basaglia

di Andrea Davolo

Nel maggio del 1978 il parlamento approvava la riforma psichiatrica, la Legge 180, quella che poi più comunemente verrà chiamata Legge Basaglia, prendendo il nome dallo psichiatra ed intellettuale che con il suo lavoro ispirò anni di lotte sociali attorno al tema del diritto alle cure e alla salute. La riforma prevedeva la chiusura dei manicomi in cui in quel momento si trovavano rinchiusi, contro la loro volontà, 120.000 donne, uomini, a volte anche bambini con disturbi psichiatrici o che venivano anche semplicemente ritenuti di “pubblico scandalo”. Continue reading “A 40 anni dalla Legge Basaglia”

Manifestazione contro il decreto immigrazione

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”3″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_thumbnails” override_thumbnail_settings=”0″ thumbnail_width=”240″ thumbnail_height=”160″ thumbnail_crop=”1″ images_per_page=”20″ number_of_columns=”0″ ajax_pagination=”0″ show_all_in_lightbox=”0″ use_imagebrowser_effect=”0″ show_slideshow_link=”0″ slideshow_link_text=”[Mostra slideshow]” template=”default” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

 

Alcune immagini della manifestazione contro il decreto Sicurezza e Immigrazione, promossa da Ciac onlus, a Parma sabato 27 ottobre 2018.

La cultura ridotta a evento: Parma capitale dei narcisi

“Il narciso è quell’individuo che gode osservando sé stesso e il proprio corpo. Lepersone affette da questa patologia tendono a sovrastimare le proprie capacità e i propri talenti e sono costantemente assorbite da fantasie di successo illimitato. Il narciso ha bisogno di ammirazione e di attirare l’attenzione” (EnciclopediaTreccani). Proprio come fa Paolini, il disturbatore Tv. Continue reading “La cultura ridotta a evento: Parma capitale dei narcisi”

Il peso della memoria, la forza di una città

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”2″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_thumbnails” override_thumbnail_settings=”0″ thumbnail_width=”240″ thumbnail_height=”160″ thumbnail_crop=”1″ images_per_page=”20″ number_of_columns=”0″ ajax_pagination=”0″ show_all_in_lightbox=”0″ use_imagebrowser_effect=”0″ show_slideshow_link=”0″ slideshow_link_text=”[Mostra slideshow]” template=”default” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

Il viaggio del Centro studi movimenti e di Istoreco Reggio Emilia a Berlino, sui luoghi «mimetici» del terrore nazista fra gli anni Trenta e il 1945. Famiglie, insegnanti e pensionati in visita nel cratere della storia del Novecento, miglior antidoto al cinismo e al torpore sociale dell’Italia di Salvini. Continue reading “Il peso della memoria, la forza di una città”

La verità (scomoda) dietro al disastro ambientale

Pochi giorni fa il Gruppo Intergovernativo sul cambiamento climatico -Intergovernmental Panel on Climate Change (Ipcc) – ha dato alle stampe un nuovo rapporto speciale. Nuovo solo nei dati, naturalmente: la soglia degli 1,5° potrebbe essere superata in soli 12 anni. Piuttosto ripetitivo, invece, rispetto alla sostanza. Come di consueto, ci si dice che il pianeta è messo male e che giorno dopo giorno si restringe lo spazio di manovra a disposizione dell’umanità per evitare il disastro.  Continue reading “La verità (scomoda) dietro al disastro ambientale”

Gli operai della cura

Sono circa 400mila, di cui un quarto precari, producono l’1% del Pil e gestiscono quasi la metà dei servizi sociali nel nostro Paese. Sono i lavoratori delle cooperative sociali, secondo i dati di Euricse del 2016. Una realtà ormai imprenditoriale a tutti gli effetti, con cui abbiamo sempre più a che fare. Eppure, si conosce poco: attorno alla cooperazione, più che altro, aleggiano miti. Continue reading “Gli operai della cura”

Gli affari dietro la tragedia

2,4 miliardi di euro: è la cifra che spiega la caduta del ponte Morandi a Genova. Una montagna di ricchezza che fa da contrappeso alla vita degli oltre 40 morti sotto le macerie. La corsa ai profitti autostradali nel corso degli ultimi anni ha assunto le vesti di una vera e propria guerra, dove da una parte è schierata la sicurezza degli automobilisti e dall’altra le esigenze di redditività delle voraci fauci dei concessionari autostradali. Non fatalità quindi, ma una conseguenza di questo scontro. Continue reading “Gli affari dietro la tragedia”

Aeroporto e Mall, quali sono i vantaggi per i parmigiani?

Prima che comincino a spendere le risorse economiche di Parma e dei suoi cittadini, forse è il caso di affrontare chiaramente i tanti problemi che vediamo nel progetto Aeroporto e Mall. Gli aspetti critici del piano presentato dalla Sogeap sono diversi.
Prima di tutto, il prolungamento della pista di atterraggio per gli aerei cargo e strutture di servizio fino alla Fiera, sarebbe il colpo di grazia per una vasta area di campagna che verrebbe affondata da cemento e infrastrutture. Una seria minaccia sia al valore ecologico, sia a quello agricolo della zona.

Continue reading “Aeroporto e Mall, quali sono i vantaggi per i parmigiani?”

Tra il chiodo e il martello

Una banale regola per la sicurezza sul lavoro consiglia che a piantare il chiodo nella trave sia lo stesso lavoratore che colpisce col martello. Nonostante gli allarmi e gli avvertimenti, accade molto frequentemente però che questa regola sia disattesa e che qualcuno finisca all’ospedale per aver tenuto fermo il chiodo mentre l’altro calava deciso il martello! Federmeccanica, l’associazione degli imprenditori che coordina le imprese metalmeccaniche in Italia, ha lanciato in questi giorni il decalogo sulle nuove relazioni industriali delle fabbriche 4.0 dei prossimi anni. Un progetto ambizioso. Continue reading “Tra il chiodo e il martello”

Attenzione: le coloratissime pecore di Benetton continuano a invadere le autostrade!

Mentre i partiti duellano per formare un esecutivo in grado di conciliare gli interessi della frammentata realtà economica italiana, il Governo, quello vero, quello che dovrebbe essere in carica solo per il disbrigo degli affari correnti, non si è perso d’animo e al riparo dai clamori della discussione su chi farà il prossimo governo, ha appena deciso di regalare alle grandi multinazionali dei trasporti una proroga delle concessioni delle autostrade italiane di quattro anni! Continue reading “Attenzione: le coloratissime pecore di Benetton continuano a invadere le autostrade!”